Il Memoriale degli Italiani deportati ad Auschwitz - Mostra

24 ottobre 2012

Nell’ambito del Corso di Storia e didattica della Shoah, curato da Viviana Burza e Paolo Coen dell’Università della Calabria-
il 20.10.2012 il prof. Giuseppe Arcidiacono dell’Università di Reggio Calabria ha presentato la Mostra sul Memoriale degli Italiani deportati ad Auschwitz; elaborata dall’Accademia di Brera con il Dottorato di Ricerca sul “Restauro del Moderno” delle Università di Palermo-Reggio C.-Parma-Napoli F.II.

La Mostra, allestita a Ferramonti da Alessandra Carelli e Mario Covello, rende note le vicende storiche e architettoniche del Memoriale, che costituisce la prima opera d’arte multimediale realizzata in Europa per i concorrenti apporti di Architettura (dello studio milanese BBPR, che ebbe l’arch. Belgiojoso deportato dai nazifascisti), Pittura (attraverso i teleri del pittore palermitano Pupino Samonà), Letteratura (con il testo del grande scrittore Primo Levi che costituisce testimonianza diretta della deportazione), Musica (con l’intervento sonoro del compositore Luigi Nono), per la regia di Nelo Risi.

Il Memoriale degli Italiani -incluso da Bruno Zevi tra le opere fondative dell’architettura contemporanea- costituisce un documento e una fonte inviolabile di conoscenza e di memoria che i deportati hanno consegnato alle generazioni future; per questo, la mostra segnala il preoccupante tentativo di distruggerlo per fare spazio ad Auschwitz ad un nuovo allestimento didattico-museale.


Museo della Memoria Ferramonti di Tarsia
27 ottobre - 5 novembre 2012
dalle ore 09,00 alle ore 12,00.
Nei restanti orari sarà possibile effettuare la visita previo appuntamento
Tel.  327/4758980 e 377/9939846