25 Aprile: Festa della Liberazione, le inziativa a Ferramonti

22 aprile 2014

Appuntamento denso di significati a Ferramonti, in occasione del 69° anniversario della Liberazione, venerdì 25 Aprile.

Alle 9.30 si terrà la deposizione di una corona commemorativa al monumento dedicato agli ex internati. La Comunità ebraica pianterà una giovane pianta, simbolo di rinascita che trae sostentamento dalle radici della terra, memoria di quello che è stato.

Alle 10.00, dopo il saluto del Sindaco di Tarsia Antonio Scaglione, apertura della tavola rotonda "La storia mai scritta, spirito di lotta e resistenza al sud. L'olocausto e la resistenza ebraica". Dibatteranno Angelo Armaroli (SPI-CGIL Bologna), Antonio Coscarelli (Commisione Giustizia e Pace diocesi San Marco-Scalea), Francesco Panebianco (Presidente della Fondazione museo internazionale della memoria Ferramonti di Tarsia), Roque Pugliese (Referente per la Calabria della Comunità ebraica di Napoli e del meridione), Vladimiro Sacco (segretario SPI-CGIL della Calabria), Stefano Vecchione (Vice Presidente dell'Istituto per gli studi storici), Massimo Veltri (Università della Calabria). Porteranno inoltre la loro testimonianza e memoria del campo Pina e Walter Brenner.

Si farà quindi spazio all'iniziativa "L'arte al servizio della memoria" a cura di Alessandra Carelli e della rete universitaria per il giorno della Memoria, con la presentazione delle mostre "Tempi di scelta, storie di 4 luoghi".

Scarica la locandina della manifestazione (pdf)