Armando Gigli

Foto Armando Gigli

Armando Gigli, parrucchiere comunista di Livorno, si distinse sin da giovane per propaganda sovversiva. Fu uno dei più attivi fondatori della sezione giovanile del partito comunista, in cui in seguito ricoprì la carica di segretario. Fece parte dell’associazione Arditi del Popolo e, nel 1922, fu arrestato e denunciato per propaganda militarista.
Nel 1931, con altri compagni, espatriò clandestinamente prima in Corsica e poi in Francia. Rientrato a Livorno con un passaporto falso, fu fermato presso Ventimiglia e condannato a sette anni per espatrio clandestino e documenti falsi. Il 12 luglio 1942, Gigli fu internato nel campo di concentramento di Manfredonia per passare al Ferramonti il 5 giugno del 1943. Fu liberato il 22 agosto.