Carlo Stanchi

Foto Carlo Stanchi

Carlo Stanchi fu sindacalista anarchico di Sestri Ponente (Genova). Con provvedimento del comando supremo del regio esercito del 7 novembre 1918, fu allontanato dalla zona di guerra “per gravi ragioni di pubblico interesse, (…essendo) sindacalista di tendenze rivoluzionarie”. Nel 1919 fu denunciato perché sorpreso a cantare con altri compagni il ritornello della canzone sovversiva “evviva l’anarchia e la rivoluzione”. Il 1 maggio 1931 fu assegnato al confino di polizia nella colonia di Ponza, ma il 14 giugno 1940 fu fermato perché ritenuto capace di turbare l’ordine pubblico e condotto nel campo di Manfredonia. Il 17 giugno 1943 fu trasferito a Ferramonti.