Francesco Princ

Foto Francesco Princ

Francesco Princ, falegname di Topolza di Villa del Nevoso (Fiume), fu assegnato al confino di polizia per due anni per aver gridato frasi sediziose ed antinazionali in occasione di una festa nel locale del dopolavoro. Sospettato di attività comunista, il 5 maggio 1942 fu imprigionato nelle carceri di Fiume. Sette giorni dopo il prefetto di Fiume lo propose per l’internamento. Princ fu prima rinchiuso a Manfredonia e successivamente a Ferramonti.