Vincenzo Zagar

Foto Vincenzo Zagar

Il falegname Vincenzo Zagar di Antignana (Pola), fu arrestato il 3 maggio del 1920 per “grida sediziose ed oltraggio all’arma dei carabinieri” e rinchiuso nelle carceri di Trieste. Dopo un breve periodo di detenzione evase e fuggì in Jugoslavia, dove si iscrisse al partito socialista. Tornò in Italia nel giugno del 1937 per accompagnare il figlio che doveva adempiere agli obblighi di leva. Fu rinchiuso nel campo di Manfredonia e, dal 23 giugno 1943, in quello di Ferramonti.